Amy e Rory

Questa sera mi sono vista una puntata del Doctor Who. È stata straziante. Non entrerò nei dettagli per evitare spoiler, ma gli assistenti del dottore, Amy e Rory, non sono più i suoi assistenti. Il modo in cui è successo mi ha distrutto l’anima. Ho iniziato a piangere per quello, ma si sa che quando si piange, poi si piange un po’ per tutto, quindi ho iniziato a pensare al mese qui a Cardiff. A quante poche persone io abbia conosciuto. Mi sono resa conto che sto sprecando la mia vita, che ancora non ne ho trovato un senso. Mi sono accorta che molto probabilmente quando tornerò in Italia la mia presenza non cambierà la vita a nessuno. E la presenza degli altri non cambierà la mia. Per questo ho pianto, e continuo a farlo. La frase che ultimamente piace a tutti “mi sento solo anche tra un sacco di gente” con me non funziona. Io non sono tra un sacco di gente. Io sono sola e basta. Come il Dottore.